Trasparenza illegale

Per quanto sembri strano, citare gli ingredienti può essere illegale. Naturalmente parliamo di Whisky, in questo caso di Blend, dove dei Master Blender selezionano Single per fonderli in un arpeggio (come pubblicizzava una volta Gino Paoli). Quali Single vengono aggiunti però non è di pubblico dominio (anche se circolano liste in cui, per ogni Blend, vengono citati i Single coinvolti).

Se acquistate una bottiglia di Johnnie Walker, non troverete sull’etichetta che è composto da Cardhu, Clynelish, Brora, Caol Ila, Talisker, Mortlach e altri… e sicuramente non sapremo mai le percentuali, potremo solo intuirle con approssimazioni esagerate se siamo davvero bravi (e io non lo sono)

Verso la fine 2015, l’imbottigliatore indipendente Compass Box, fondata nel 2000 da John Glaser, ha deciso di esser trasparente: nei suoi ultimi imbottigliamenti ha dichiarato le distillerie coinvolte, i dati relativi al cask, l’invecchiamento e persino le relative percentuali.

Una bella cosa diremmo noi consumatori! Finalmente trasparenza, sapremo che quella bottiglia vale i soldi che costa perché accidenti, contiene più del 25% di Caol Ila invecchiato per 30 anni! Mica acquetta!

La gioia deve però scemare in fretta perché dare quel tipo di informazioni al consumatore è illegale. Assurdo?
Si, ma comunque illegale, la legge Europea parla chiaro e sono andato a cercarla. L’articolo 12 parla di Etichette e relative informazioni riportate e il .3:

3. Without prejudice to any derogation adopted in accordance with the regulatory procedure with scrutiny referred to in Article 25(3), a maturation period or age may only be specified in the description, presentation or labelling of a spirit drink where it refers to the youngest alcoholic component and provided that the spirit drink was aged under revenue supervision or supervision affording equivalent guarantees

Per chi non mastica l’inglese:
Fatte salve eventuali deroghe adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all’articolo 25 (3), solo un periodo di invecchiamento o età può essere specificato nella descrizione, presentazione o l’etichettatura di una bevanda spiritosa che si riferisce al componente più giovane e purché la bevanda spiritosa sia stata invecchiata sotto controllo fiscale o di vigilanza che offrano garanzie equivalenti

In altri termini, non possono mettere tutti i componenti del Blend e relativi invecchiamenti, al limite, solo il più giovane.

Il fondatore di Compass Box non ha preso bene la cosa perché ha sempre sostenuto quanto importante fosse la trasparenza nei confronti del consumatore e le sue parole parlano chiaro:

In the past, when consumers asked the question, the industry response was: “We can’t tell you, it’s a secret,” which was always marketing bullshit.

(In passato, quando un consumatore chiedeva di cosa era composto il Blend, gli si rispondeva: “non possiamo dirtelo, è un segreto” che è sempre stata una cazzata del marketing)

If they are now going to say: “We can’t tell you because it’s against the law,” how ridiculous is that? It will make consumers sceptical. It will hurt over time

(se ce lo chiedono ora, rispondendogli “non possiamo dirtelo perché è contro la legge”, non è ridicolo? Questo renderà consumatori scettici, ci danneggerà nel tempo)

John Glaser e la Compass Box non si sono fermati qui, hanno aperto una campagna firme (cito dal sito traducendo):

Risulta che il whisky scozzese è uno dei pochi prodotti in cui è vietato per legge essere completamente trasparenti con i consumatori. Questo è un problema che colpisce ogni angolo del mondo Scotch (dai distillatori di Single Malt ai Blender) e limita la capacità del produttore di condividere le informazioni pertinenti con i propri clienti.

Crediamo che la normativa vigente dovrebbero cambiare. Che i produttori di Scotch whisky dovrebbero avere la libertà di offrire ai propri clienti informazioni complete, imparziali e trasparenti riguardo l’età di ogni componente utilizzato nei loro whisky. Che i clienti hanno il diritto di sapere esattamente che cosa stanno bevendo.

Io sono assolutamente d’accordo e ho firmato la petizione; se siete d’accordo anche voi, fatelo qui:

http://www.compassboxwhisky.com/transparency/

 

PS
Il testo della Legge Europea lo trovate QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *