Botti queste sconosciute

Una settimana di influenza tosta… naso e gusto completamente addormentati tanto che non sento la differenza tra il miele e una cipolla mi costringono a vagare un po’ nella teoria, tenendo da parte le degustazioni….

Quando un appassionato legge “Single Cask” sull’etichetta ha una sorta di erezione psicologica, quando una persona qualunque legge la stessa cosa sull’etichetta sa solo che costa di più.

Per me il Single Cask è IL Whisky. E’ La Distilleria nella sua rappresentazione più autorevole, più semplice e più importante.

Passo indietro. Per Whisky Single Cask si intende un Whisky proveniente da un’unica botte e che quindi sarà venduto in un numero limitato di bottiglie e naturalmente ad un costo più elevato.

Ma quanti tipi di botti ci sono? Tanti, ma quelli più usati per invecchiare il Whisky sono:

Hogshead
E’ la classica botte in cui invecchia il Whisky scozzese,  contiene circa 250 litri di Whisky.

Quarter Cask
capacità di circa 125 litri rappresenta la piccola botte in cui il Whisky invecchia presto (maggior contatto col legno).
Un tempo erano le botti ideali per il trasporto su muli

Sherry
Le grandi botti da 600 litri usate dagli Spagnoli per l’omonimo vino liquoroso. Sono botti particolarmente costose e pregiate

American Standard Barrel (ASB)
Botti tipiche americane utilizzate per il Bourbon, contengono circa 200 litri

Ovviamente poi ci sono una tipologia di botti dedicate per l’affinamento, ovvero per contenere il Whisky per un periodo di tempo limitato e al termine dell’invecchiamento, con il solo scopo di “insaporire” il Whisky.
Tra queste abbiamo:

Port pipe
Botti da 5/600 litri dedicati all’invecchiamento del Porto
Un ottimo esempio di Whisky affinato 2 anni in botti di Porto è il Glenmorangie Quinta Ruban

Madeira
Dove ha riposato il vino liquoroso portoghese Madeira.
Glenmorangie e Arran hanno due interessanti esempi di questo affinamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *